Dr. Gabriela Silvana Vasilescu - Medicina Estetica, Anti-Aging e Rigenerativa
Cosa sono i capillari?

I vasi capillari sono sottilissimi vasi sanguigni, situati tra il ramo terminale di un’arteria e quello iniziale di una vena. Caratteristica dei capillari è di suddividersi e di anastomizzarsi, formando la rete capillare.

Le teleangectasie o capillari dilatati sono piccoli vasi sanguigni, di diametro compreso tra 0,1 e 1 mm. Si osservano frequentemente al volto ma anche alle gambe soprattutto nelle donne. Le teleangectasie sono dovute ad un aumento della dimensione dei capillari (vasodilatazione). I piccoli vasi della cute progressivamente si dilatano sino a perdere il tono muscolare e si "sfiancano". La loro manifestazione dipende dall'origine del vaso dilatato: quando originano dal settore arteriolare di un capillare si presentano piccole e di colorito rosso vivo; quando originano dal settore venoso di un capillare tendono ad essere larghe e bluastre. Sulla base del loro aspetto possono essere classificate in 4 tipi principali: semplici o lineari, arborizzate, a ragno e puntiformi o papulari. 

Come si curano?

Attraverso l'impulso del laser è possibile far riassorbire i capillari. Il calore sprigionato dal laser selettivo effettua un danno mirato alle strutture vascolari che permette l’eliminazione del piccolo vaso. 
Il trattamento avviene con un idoneo raffreddamento preventivo della cute e l'applicazione post-trattamento di pomate lenitive. in alcuni casi viene richiesta l'anestesia topica (al livello del naso o aree particolarmente sensibili).

Laser utilizzati:
 
Laser ND Yag 
Laser Diodo 810 - 910 
Dye Laser 
Laser Ktp 532

In alcune forme si può utilizzare la luce pulsata (luce policromatica).

Quali sono gli effetti secondari del laser?

In alcuni casi si possono manifestare con ipopigmentazioni o iperpigmentazioni. L'esperienza del medico e la sua perizia nello svolgere il trattamento sono aspetti da non sottovalutare. 
Attenzione: alcuni fototipi sono esclusi dall'indicazione di trattamento laser.