Dr. Gabriela Silvana Vasilescu - Medicina Estetica, Anti-Aging e Rigenerativa

LASER RESURFACING (CO2/Erbium/Diodi)

Il laser resurfacing rappresenta una tecnica di trattamento per mezzo laser che permette di utilizzare il calore generato di un fascio di luce con una certa lunghezza d’onda e intensità  per rimuovere/abladere gli strati medio-superficiali della pelle. La pelle che risulta è più morbida, meno rugosa, con minor segni d’invecchiamento, con un tono/carnato migliore.    



 Indicazioni del laser resurfacing: ·   
  
  • rimozione delle rughe superficiali ·     
  • attenuare la pigmentazione (casi selezionati) ·    
  •  lisciare la pelle ruvida ·    
  •  migliorare l’aspetto superficiale di cicatrici da acne o altre cicatrici superficiali.   

Come avviene il trattamento: 

Anestesia:
Solitamente si somministra un sedativo prima di iniziare e/o si effettuano i blocchi tronculari o l’anestesia locale per mezzo iniettivo previo la detersione/disinfezione accurata della parte da trattare. L’anestetico topico non è sufficiente. 

Profilassi:
Si richiede una profilassi antibiotica 2 ore prima del trattamento e successivamente per altri 2-3 giorni secondo le prescrizioni, con protezione gastrica e fase di riabilitazione intestinale se necessario. Profilassi anti-erpetica.

Protezione:
Durante il trattamento Erbium Co2, gli occhi vengono protetti da due gusci e le orecchie tappate, il macchinario è rumoroso. 

Trattamento:
Il trattamento inizia con il primo passaggio sull’area da trattare e continua fino quando non si raggiunge la profondità desiderata per l’ottenimento del risultato. Il sanguinamento è minimo e si ferma rapidamente. 

Finito il trattamento si applica la crema antibiotica e riepitelizzante (non corticosteroidi) e placche di medicazione abase di fitostimoline, collagene e silicone, da mantenere pe le successive 24 ore quando avrà luogo il cambio di medicazione e il primo controllo. 

Dopo il trattamento: 
Quando l’effetto dell’anestetico svanisce si può verificare un fastidio che si può controllare con antidolorifici tradizionali. Oltre il fastidio, l’edema (il gonfiore) è un evenienza molto comune che non supera 2-3 giorni. Il restitutio ad integrum avviene dopo circa 10-14 giorni. Durante questo intervallo il paziente deve evitare assolutamente il contatto con le polveri, ambienti inquinanti, vapore, ecc.  

Attenzione!
Una volta epitelizzata, la cute rimarrà rossa per circa 4-6 mesi. L’esposizione al sole è sconsigliata per i 6-10 mesi successivi al trattamento. In tutte le stagioni deve essere applicata una crema con un fattore alto di protezione UVA e UVB, di almeno 30.
Accertatevi che la vostra pelle sia idonea per questo tipo di trattamento. Richiedete tutte le informazioni necessarie al vostro medico e fornite tutte le informazioni necessarie.

Controindicazioni:
Diabete, tendenza alla formazione di cicatrici cheloidee, coagulopatie, HIV e altre patologie autoimmune, gravidanza, allattamento, lesioni della cute, reazioni anomale alla lunghezza d'onda laser, aspettative non realistiche, dismorfofobismo.